Translator
Translator

Lago Chew Bahir


Lago Chew Bahir
Lago Chew Bahir
Lago Chew Bahir
Lago Chew Bahir

 

Lago Chew Bahir

Il Lago Chew Bahir (Amarico : ጨው ባሕር č̣ew bāhir, "lago salato") o Lago Istifanos, chiamato anche Stefanie, Basso Naebor e Chuwaha, è un lago nel sud dell'Etiopia, vicino al confine con la regione di Oromia.
Quando il Lago Chew Bahir è pieno, si estende nel nord del Kenya. Situato al centro del Santuario della Fauna Selvatica, il lago misura circa 40 miglia (64 km) per 15 miglia (24 km).
Questo lago è il più meridionale e il più basso (1.880 piedi, 573 m) di una serie di laghi che si trovano nella continuazione nord-orientale della Great Rift Valley ed è separato dal lago Turkana dalla catena montuosa Humu e dalle colline a sud di esso. La catena Kumbi sorge sul lato orientale. Chew Bahir è alimentato a nord dal fiume Weito, e il suo affluente Galana Sagan. Il Galana Sagan in alcuni anni riceve il trabocco del Lago Chamo, ma non esiste alcuna connessione permanente.

Il conte Samuel Teleki fu il primo europeo a visitare il lago nel 1888, e lo nominò Stefanie in onore della principessa Stephanie del Belgio, moglie del principe ereditario Rodolfo d'Austria. A seguito della visita di Teleki, il Chew Bahir e i laghi limitrofi sono stati esplorati da Arthur Donaldson Smith, Vittorio Bottego, Oscar Neumann e altri. JJ Harrison nel 1899 trovò il lago abbastanza inaridito, e due anni dopo il conte Wickenburg trovò acqua solo nella parte settentrionale. Nel 1960 il lago copriva circa 2.000 km², ma si è ridotto ad una palude nel resto del 20° secolo.